L’umanizzazione - intesa come impegno a rendere i luoghi di assistenza e i programmi diagnostici terapeutici orientati quanto più possibile alla persona, considerata nella sua interezza fisica, sociale e psicologica – è un elemento essenziale per garantire la qualità dell’assistenza.
L’AGENAS su, tale fronte, ha sviluppato un Programma partecipato per il miglioramento continuo del grado di umanizzazione con la collaborazione dei Cittadini e di tutte le Regioni/Pa, attraverso gli esperti del gruppo interregionale sull’empowerment. Il Programma prevede che professionisti delle strutture sanitarie e cittadini partecipino insieme a tutte le fasi del processo di valutazione e miglioramento: dalla costruzione degli strumenti di valutazione, alla rilevazione dei dati, per arrivare all’analisi dei risultati ottenuti ed alla definizione/implementazione e monitoraggio delle conseguenti azioni di miglioramento.


Gli strumenti per la valutazione e il miglioramento partecipati sono stati inizialmente sviluppati nell’ambito dell’assistenza ospedaliera link 16(LINK) e hanno permesso di valutare nel 2017-2018 più di 400 ospedali pubblici e privati accreditati. Quanto consolidato per gli ospedali è stato esteso all’ambito dell’assistenza territoriale, con particolare riguardo alla valutazione partecipata dell’umanizzazione nelle RSA per anziani link 16(LINK). Nel corso del tempo, infine, il programma si è arricchito di strumenti per la valutazione partecipata della sicurezza del paziente.


Grazie all’impegno e alla collaborazione attiva di Regioni/Province autonome, strutture sanitarie, professionisti e cittadini - che hanno lavorato insieme sin dal 2011 - sono stati concretamente implementati metodi e strumenti sviluppati a partire dall’esperienza dell’Audit Civico® di Cittadinanzattiva e basati sui principi della centralità delle persone, del miglioramento continuo della qualità e dell’empowerment.


Il programma per la valutazione partecipata dell’umanizzazione è stato realizzato nell’ambito delle attività condotte da Agenas  per la promozione dell’empowerment in sanità link 16(LINK), che hanno permesso di costituire una rete di referenti regionali impegnati su tale tema. La rete, il metodo di lavoro sviluppato - basato sul coinvolgimento più ampio possibile delle Regioni/PA e sulla condivisione - e il lavoro realizzato in collaborazione con il gruppo interregionale sull’empowerment, sono stati i fondamentali pre-requisiti per sviluppare negli anni successivi metodi e strumenti per la valutazione e il miglioramento della qualità dell’assistenza, co-costruiti con i diversi stakeholder.

 

Per approfondimenti:

 

Visite: 52435

Torna su